Amore a prima pagina #1 | “La mia famiglia e altri animali” di Gerald Durrell

Buongiorno cari lettori, oggi voglio introdurre nel blog una nuova rubrica che si intitolerà “Amore a prima pagina”, in cui, come potrete dedurre, vi riporterò l’estratto della prima pagina di alcuni libri. L’idea nasce dai miei frequenti vagabondaggi in libreria, in cui spesso, quando non ho già un’idea precisa in mente, mi lascio guidare dall’istinto e leggo la prima pagina di ogni libro che sfoglio. Ognuno ha un proprio metodo, se così vogliamo chiamarlo, per scegliere un libro, e a me piace lasciarmi ispirare dalle prime parole. Non è detto che poi il libro mi piaccia, una volta che vado a leggerlo, può sempre capitare di sbagliarsi, ma la maggior parte delle volte funziona! Per questo, ho deciso di condividere con voi le prime pagine più belle dei romanzi che ho in libreria, con la speranza di coinvolgervi in questo bizzarro e quanto mai soggettivo esperimento. Ho scelto di inizare la rubrica con una prima pagina molto speciale, di un libro che ho adorato e che sto rileggendo ultimamente, poichè su LaEffe stanno trasmettendo la serie tratta dal romanzo (“I Durrell”,serie composta da sei episodi che vi consiglio caldamente di guardare, anche se non avete letto il libro!). Sto parlando di “La mia famiglia e altri animali” di Gerald Durrell, un noto zoologo, che racconta il trasferimento, nel 1935, della sua stramba famiglia dalla fredda e grigia Inghilterra all’isola di Corfù, lussureggiante, colorata e vivace. Il fatto che includa la propria famiglia nella categoria degli animali potrà apparirvi un po’ sopra le righe, ma leggendo vi renderete conto che i personaggi sono effettivamente degli esemplari da studiare. Ma non voglio dilungarmi oltre, perché questa non è una recensione! Leggete la prima pagina e ditemi cosa ne pensate 😉

“Questa è la storia dei cinque anni che ho trascorso con la mia famiglia nell’isola greca di Corfù. In origine doveva essere un resoconto blandamente nostalgico della storia naturale dell’isola, ma ho commesso il grave errore di infilare la mia famiglia nel primo capitolo del libro. Non appena si sono trovati sulla pagina, non ne hanno più voluto sapere di levarsi di torno, e hanno persino invitato vari amici a dividere i capitoli con loro. Soltanto con immensa fatica, e usando una notevole astuzia, sono riuscito a salvare alcune pagine sparse che ho dedicate esclusivamente agli animali. Nelle pagine che seguono ho cercato di dare un quadro preciso e tutt’altro che esagerato dei miei familiari; essi sono rappresentati come li vedevo io. Per spiegare alcuni dei loro tratti più strambi, comunque, mi sento in obbligo di precisare che nel periodo in cui stemmo a Corfù eravamo tutti molto giovani: Larry, il più grande, aveva ventitrè anni; Leslie diciannove; Margo diciotto; mentre io ero il più piccolo, avendo appena toccato il tenero e impressionabile traguardo dei dieci anni. Non siamo mai stati molto sicuri dell’età di nostra madre per il semplice motivo che lei non riesce mai a ricordarsi la sua data di nascita; posso dire soltanto che era abbastanza avanti negli anni da avere quattro figli. Mia madre vuole anche ch’io dica che è vedova, perché, come ha osservato acutamente, non si sa mai che cosa può pensare la gente.”

Bene, spero che la nuova rubrica vi piaccia e di avervi offerto un buono spunto di lettura! A presto!

Stay imbranation

The imbranation girl

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...