Recensione in anteprima:”La prima stella della notte” di S.E.Phillips

Buon pomeriggio cari lettori, oggi vi parlo di un romance con una protagonista tostissima che cattura subito la simpatia del lettore. Ringrazio la casa editrice per la copia digitale ricevuta e per averla potuta leggere in anteprima. Scopriamola insieme 😉

copprimastellanotte

Titolo: La prima stella della notte

Titolo originale: First Star I See Tonight

Autore: Susan Elizabeth Phillips

Editore: Leggereditore

Collana: Narrativa

Genere: contemporary romance

Ciclo: Chicago Stars

Pagine: 400

Data di pubblicazione: 23 febbraio 2017

Prezzo: brossurato 14,90 euro / eBook 4,99

Piper Dove è una ragazza ambiziosa e determinata: il suo sogno è diventare la migliore detective di Chicago e riscattare un passato difficile e tormentato. Il suo primo incarico consiste nel pedinare Cooper Graham, celebre ex quarterback dei Chicago Stars, una vera e propria star in città. Peccato che venga scoperta quasi subito… Ora che rischia di perdere casa e agenzia, Piper non ha altra scelta che accettare il lavoro nel club alla moda di Cooper, lo Spiral, ma la vita dell’ex campione negli ultimi tempi è diventata piuttosto movimentata e rischia di coinvolgere la ragazza in affari ben più pericolosi di una crisi finanziaria. Qualcuno ce l’ha con Cooper e sta facendo di tutto per sabotare le sue attività e minarne la popolarità. Piper sa che ormai è troppo tardi per slegare il proprio destino da quello di un uomo che la attrae terribilmente e che sente poter essere quello giusto. Perché niente intriga di più lo spirito competitivo di uno sportivo che una sfida impossibile: conquistare una donna spaventata dai sentimenti.

Un nuovo, eccitante capitolo di una delle saghe romance più acclamate. La storia complicata e pericolosa di una donna disposta a rischiare il tutto per tutto per la vita che sogna di conquistare.

Susan Elizabeth Phillips è una delle maestre della narrativa femminile internazionale, l’unica ad aver vinto ben cinque volte il prestigioso Rita Award. I suoi romanzi si sono posizionati ai vertici delle classifiche usa e hanno raggiunto i primi posti anche in Germania e Regno Unito. Il suo successo è legato alla capacità di cogliere con estrema delicatezza e con un tocco d’ironia le sfumature dell’animo femminile, dando vita a scene di grande sensualità e intensità. Di questa autrice, Leggereditore ha già pubblicato i romanzi Odio quindi amo, Volare fino alle stelle e Le promesse di una vita, e la serie completa dei Chicago Stars, composta dai romanzi Il gioco della seduzione, Heaven, Texas. Un posto nel tuo cuore, E se fosse lui quello giusto?, Un piccolo sogno, Il lago dei desideri, Lady Cupido e Seduttore dalla nascita, Una scelta impossibile.

2B3E5E33-A7B3-4972-8603-5C67A633D475 copia.jpg

La copertina mi è piaciuta subito, molto femminile (voglio anch’io quell’abitino!) mentre per quanto riguarda il titolo, non so davvero cosa abbia spinto l’autrice a scegliere proprio questo, dato che non ha nessun riferimento alla storia. Ho apprezzato comunque il fatto che l’editore italiano abbia deciso di tradurre fedelmente il titolo originale.

Piper Dove è un’investigatrice trentenne che ha rilevato l’agenzia del padre dalla matrigna, pagandola molto più del dovuto. Gli affari non vanno un granchè bene ultimamente, per cui Piper ha accettato un accordo ben remunerato per seguire le mosse di Cooper Graham, uno degli uomini più affascinanti e desiderati del pianeta, nonché ex campione di fama mondiale di football, che ha da poco inaugurato il suo primo locale, lo “Sniper”, popolato ogni sera da star del cinema e rampolli di Chicago. La copertura di Piper salta subito, ma la ragazza non vuole assolutamente tradire il proprio cliente rivelando a Graham la sua identità, per cui dopo una serie di battibecchi finisce a lavorare  per il pezzo grosso del football come suo cane da guardia allo Sniper, mentre a complicare le cose si aggiungono aggressioni e minacce a Coop, con lo scopo di sabotare il suo locale e la sua reputazione. La madre di Piper è mancata molto presto, e lei è cresciuta con il padre, un uomo pratico e iperprotettivo che le ha insegnato a non mostrare mai i propri sentimenti e a comportarsi in tutto e per tutto come un maschio. Piper non è bellissima, ma ha  stile, ha carattere, ha grinta da vendere e non si innamora. Tutto ciò costituisce un cocktail irresistibile agli occhi degli uomini, trasformando la ragazza in una sfida che puntualmente perdono. Nella camera da letto di Cooper Graham sono passate le più affascinanti attrici di Hollywood, e quando Piper entra nella sua vita, pur non essendo il genere di donna che generalmente lo attrae, diventa la più grande sfida da vincere. Cresciuto in una fattoria dell’Oklahoma insieme al padre, Cooper ha molte cose in comune con Piper, e proprio questo loro essere simili potrebbe costituire un problema. Piper non è una facile preda, non è assolutamente la fanciulla che vuole essere salvata, anzi sarà lei a salvare più volte Cooper, che sia da un’inganno sul lavoro o da una minaccia alla sua vita. Piper e Cooper insieme fanno scintille, nel senso che stridono troppo tra loro, provengono da mondi completamente diversi, e il legame che si crea potrebbe essere amicizia o qualcos’altro? Ma potrebbe mai funzionare tra due titani come loro?

L’avete già capito, Piper è una tipo tostissima, e mi è piaciuta proprio per questo: finalmente una donna che non cade come una pera cotta davanti ad una camicia sbottonata con visuale su petto villoso! Finalmente! Piper è una che sta subito simpatica e ti costringe a fare il tifo per lei. Ma devo dire che Cooper, anche se inizialmente appare come il classico maschio dominante, ricco, viziato e abituato ad avere tutti ai suoi piedi, poi rivela un lato tenero, ma non sdolcinato, che farebbe sciogliere anche le più dure. E poi ci sono vari personaggi di contorno simpaticissimi, come le amiche di Piper e la sua vicina di casa, la signora Berni Berkowitz, che vuole ingaggiarla per pedinare un uomo che crede essere suo marito Howard, in realtà defunto da un pezzo.

Insomma, pensavo fosse un banale romanzetto rosa e invece mi sono dovuta ricredere: non è affatto banale, non ci sono scene di sesso sfrenato come mi capita di trovarne sempre più spesso e il finale ha lasciato sorpresa anche me. Esatto, mi è piaciuto e anche molto 😉

Ve lo consiglio se volete passare qualche serata in compagnia di un libro leggero e divertente!

A presto 🙂

Stay imbranation

The imbranation girl

Potete acquistare il libro qui → La prima stella della notte (Leggereditore)

Annunci

8 thoughts on “Recensione in anteprima:”La prima stella della notte” di S.E.Phillips

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...